Micheile, Unsplash

L’approvazione della Legge di bilancio 2022 ha portato alla proroga dei bonus per l’edilizia (leggi qui il nostro approfondimento), molti dei quali passano da un’estensione annuale a una proroga triennale. Un passaggio indispensabile per dare sicurezza ad operatori e cittadini nella programmazione di interventi che spesso richiedono parecchi mesi di tempo.

Ma vediamo una panoramica dei principali bonus edilizi in vigore nel 2022:

  • Superbonus: detrazione fiscale 110%
  • Eco bonus semplice 2022: detrazione fiscale 50% 65% 70% 75% 
  • Bonus ristrutturazioni: detrazione fiscale 50% 
  • Bonus facciate: detrazione fiscale 60%
  • Bonus abbattimento barriere architettoniche: detrazione fiscale 75% 
  • Bonus giardini: detrazione fiscale 36% 
  • Bonus mobili: detrazione fiscale 50% 
  • Bonus idrico ovvero il contributo fino a 1000 € per le spese relative la situazione di rubinetti e sanitari
  • Superbonus Alberghi: detrazione fiscale 80%

La manovra 2022 non ha modificato la possibilità di utilizzare i bonus tramite lo sconto in fattura o la cessione del credito ad eccezione delle agevolazioni per i mobili e di quella per i giardini.

Ricordiamo inoltre che, per arginare e prevenire le frodi tramite i vari bonus edilizi, alcune nuove regole entrate in vigore con il decreto antifrode (DL157/ 2021) e riprese nella manovra di bilancio 2022 prevedono per chi sceglie di usare lo sconto in fattura e la cessione del credito l’obbligo sia del visto di conformità che della asseverazione tecnica per la congruità dei prezzi.

Ciò è valido quindi non solo per il Superbonus 110 ma per tutte le agevolazioni fiscali elencate che possono usufruire delle due opzioni.

SUPERBONUS 110 % PROROGATO

Come è noto il Superbonus 110% è stato confermato anche per il 2022 ma con alcune novità. L’ultima legge di Bilancio ha cancellato il tetto Isee di 25mila euro per le ville unifamiliari, a condizione che alla data del 30 giugno 2022 siano stati effettuati lavori per almeno il 30% dell’intervento complessivo e con scadenze differenziate in base al soggetto beneficiario. Vediamo nel dettaglio quali sono le nuove regole per poter usufruire del Superbonus 110% anche quest’anno (qui il nostro approfondimento). 

L’agevolazione è stata prorogata per altri due anni e resterà in vigore fino al 2025. Nel 2024 l’aliquota poi scenderà al 70% e nel 2025 al 65%. Per poter sfruttare il Superbonus, occorre un miglioramento di almeno due classi energetiche dell’Ape (Attestazione di prestazione energetica).

LE NOVITÀ PER PANNELLI SOLARI E FOTOVOLTAICO

La Legge di bilancio 2022 ha stabilito che le proroghe del 110% si applicano anche per la realizzazione degli interventi trainati. Tra i lavori trainanti ci sono il montaggio di pannelli solari, gli interventi previsti dall’ecobonus con aliquote ordinarie e la realizzazione delle colonnine per caricare le batterie delle auto elettriche.

COME SALDARE I LAVORI

Ci sono delle alternative alla detrazione in dichiarazione dei redditi: la cessione del credito oppure lo sconto in fattura, riconosciuto direttamente dall’impresa che svolge i lavori, in questo caso da SunCity che vi potrà assistere in tutti i passaggi burocratici.

LE NOVITÀ PER LA RICARICA DEI VEICOLI ELETTRICI

La versione finale della Manovra 2022 sul Superbonus ha abolito alcuni termini specifici previsti per l’applicazione della detrazione al 110% nei casi di installazione di impianti solari fotovoltaici (31 dicembre 2021) nonché per gli interventi di installazione di infrastrutture per la ricarica di veicoli elettrici negli edifici (30 giugno 2022). 

ECOBONUS E BONUS RISTRUTTURAZIONI

Nella Legge di Bilancio inoltre è stata inserita la proroga dei bonus ristrutturazione con detrazione al 50%, fino ad una spesa massima di 96.000 euro, per gli interventi di ristrutturazione edilizia ed efficientamento energetico con detrazione fiscale al 65% per interventi di riqualificazione energetica degli edifici fino al 31 dicembre 2024:

BONUS FACCIATE

L’aliquota del Bonus facciate scenderà invece al 60% a partire dal 2022 (prima era al 90% ma ricordiamo che a fine ottobre non era previsto che il Bonus fosse rinnovato).

BONUS ABBATTIMENTO BARRIERE ARCHITETTONICHE

A proposito del Bonus di abbattimento delle barriere architettoniche la Legge di Bilancio 2022 ha previsto un nuovo bonus appositamente dedicato a queste tipologie di intervento con una detrazione al 75%per una spesa ammessa pari a:

  • 50mila euro per gli edifici unifamiliari o per le unità immobiliari che si trovano all’interno di edifici plurifamiliari che siano  indipendenti e abbiano uno o più accessi autonomi dall’esterno;
  • 40mila euro moltiplicati per il numero delle unità immobiliari che costituiscono l’edificio per gli edifici caratterizzati da due a otto unità immobiliari;
  • 30mila euro moltiplicati per il numero delle unità immobiliari che caratterizzano l’edificio per gli edifici composti da più di otto unità immobiliari.

BONUS GIARDINI

Confermata la proroga del bonus verde al 2024 ovvero la detrazione al 36% delle spese documentate fino a 5.000 euro, per interventi su giardini e aree verdi. 

BONUS MOBILI

Per quanto riguarda il bonus mobili 2022 l’agevolazione per l’acquisto di arredi e grandi elettrodomestici legata a lavori di ristrutturazione dell’immobile è stata fissata a 10mila euro per il 2022, ma sarà ridotta a 5mila euro per il 2023 e il 2024.

La detrazione è valida anche per gli interventi di automazione degli impianti di case ed edifici destinati ad abbattere le barriere architettoniche come pure in caso di sostituzione dell’impianto, per le spese relative allo smaltimento e alla bonifica dei materiali e dell’impianto sostituito.

Anche il bonus barriere architettoniche potrà beneficiare della cessione o dello sconto in fattura.

BONUS IDRICO

Ricordiamo che il Bonus Idrico ammonta ad un massimo di 1.000 euro per sostituire i sanitari con nuovi apparecchi a scarico ridotto e la rubinetteria, mentre il Bonus Acqua Potabile, prevede un credito d’imposta del 50% delle spese sostenute tra il 1° gennaio 2021 e il 31 dicembre 2022 per l’acquisto e l’installazione di sistemi per incrementare la qualità dell’acqua da bere, in casa o in azienda come mineralizzazione, sistemi di filtraggio, raffreddamento e/o addizione di anidride carbonica.

SUPERBONUS ALBERGHI

Il Ministero del Turismo ha comunicato le modalità di erogazione dei crediti d’imposta e dei contributi a fondo perduto dedicati al settore ricettivo e alle imprese turistiche (il cosiddetto Superbonus 80% turismo, se ve lo siete perso leggete qui il nostro approfondimento) per la riqualificazione energetica e antisismica degli alberghi e più in generale delle strutture turistiche e ricettive all’aria aperta

Per non perderti i prossimi articoli iscriviti alla nostra newsletter!