Manutenzione impianto fotovoltaico: quando e come farla?

19, Gen 2024 | Efficienza energetica, NEWS DAL MONDO SUNCITY

Tempo di lettura:

Manutenzione impianto fotovoltaico: quando e come farla? Non si tratta solo di una pratica utile per assicurarne lefficienza di funzionamento nel tempo ma anche una pratica di prevenzione per scongiurare cali di generazione di energia a lungo termine.

E i costi, correlati con le dimensioni in kW dell’impianto, sono solitamente bassi. Si aggirano attorno allo 0,5% – l’1% del prezzo totale dell’impianto fotovoltaico, come è stato previsto dal GSE (Gestore dei Servizi Energetici).

Quando fare la manutenzione dell’impianto fotovoltaico

Tutte le tipologie di impianti fotovoltaici abbisognano di interventi di assistenza, pulizia e manutenzione per permettere ai pannelli fotovoltaici di raggiungere il rendimento di produzione atteso.

La manutenzione deve essere eseguita in tempi adeguati alla sua effettuazione. È consigliato effettuare almeno un lavaggio annuale prima della stagione primaverile e considerare di effettuare un secondo intervento in siti particolarmente soggetti a sporcamento. Ciò consente di valutare il funzionamento e l’integrità dei pannelli e degli altri componenti dopo la stagione più fredda e più impegnativa per l’impianto, controllando il loro stato in seguito ad eventi meteorologici avversi (neve, grandine, forti temporali, ecc.).

Inoltre, c’è da sottolineare che la manutenzione riguarda diversi elementi dell’impianto fotovoltaico:

• Quadri elettrici
• Moduli e stringhe fotovoltaiche
• Strutture di sostegno
• Collegamenti elettrici
• Inverter
• Impianti ad isola

Il monitoraggio delle prestazioni dell’impianto fotovoltaico è, infatti, una regola fondamentale per massimizzare il rendimento dell’impianto ed assicurarsi la buona riuscita dell’investimento e il mantenimento nel tempo di performance ottimali. Il controllo di solito viene effettuato visivamente senza dover mettere fuori servizio l’impianto. Vengono verificati eventuali deterioramenti dei componenti, la pulizia, lo stato dei componenti elettrici e la presenza di eventuali infiltrazioni d’acqua.

Un vero intervento è necessario solo dopo 8-10 anni dall’installazione e riguarda l’eventuale sostituzione dell’inverter, nel caso si fosse deteriorato o guastato nel tempo.

Gli interventi di manutenzione si suddividono in manutenzione ordinaria e straordinaria.  Le pratiche di manutenzione, sia ordinaria che straordinaria, sono di fatto un investimento nel futuro dell’impianto e vanno a ridurre i costi energetici dell’immobile.

Impianto fotovoltaico: manutenzione ordinaria

Gli interventi di manutenzione sono appunto suddivisi in due macroaree:

Manutenzione ordinaria, che può essere eseguita anche dal proprietario dell’impianto, di cui fanno parte tutti gli interventi di natura prevedibile e, quindi, programmabili, che ricorreranno periodicamente nell’arco della vita utile dell’impianto;

Manutenzione straordinaria, che richiede l’intervento di tecnici specializzati, a cui fanno riferimento gli interventi resi necessari da un evento, appunto, straordinario, difficilmente prevedibili;

Nella manutenzione ordinaria rientrano diversi tipologie di intervento, necessari a contrastare o a ritardare il più possibile l’inevitabile degrado di prestazioni ed efficienza dell’impianto fotovoltaico.

Tra gli interventi comuni di manutenzione ordinaria si trovano:

● Pulizia della superficie: a seconda della zona geografica di installazione dei pannelli fotovoltaici, la superficie assorbente dei pannelli può incorrere in diverse cause di sporcamento, come particelle solide presenti come aerosol nell’atmosfera, sabbia, fuliggine e in generale tutte le sostanze sospese nell’atmosfera soggette a fenomeni di deposito. La pulizia è necessaria per evitare downgrade delle prestazioni dei pannelli per parziale ombreggiamento (con rischi connessi al potenziale danneggiamento dell’inverter per sovraccarichi di potenziale) ma anche possibili fenomeni di corrosione dovuti a depositi permanenti. Gli interventi di pulizia delle superfici devono essere operati tenendo conto della fragilità delle superfici dei pannelli

● Controllo Inverter: è una prassi fondamentale per verificare il corretto funzionamento del sistema elettrico di deduzione dell’energia elettrica e dell’immissione in rete ai parametri richiesti dagli standard nazionali. In questo tipo di intervento rientrano tutti i controlli legati al circuito elettrico dell’impianto: inverter, componenti di elettronica di potenza (interruttori di protezione, relè…), fusibili, scatole di giunzione.

Una manutenzione ordinaria programmata opportunamente allunga la vita utile dell’impianto, in più migliora il suo rendimento di trasformazione di energia solare in energia elettrica, con evidenti risvolti economici ed ambientali.

Manutenzione ordinaria impianto fotovoltaico: è obbligatoria?

‍La manutenzione ordinaria del fotovoltaico non è sempre obbligatoria, ma c’è una distinzione da fare:

  • per gli impianti con potenza inferiore a 11,08 kW (cioè praticamente tutti gli impianti residenziali), la manutenzione ordinaria non è obbligatoria ma necessaria per assicurarsi il corretto funzionamento dei moduli a lungo termine. Per questo, è sempre caldamente raccomandata.
  • per gli impianti con potenza superiore a 11,08 kW (più frequentemente installati per attività industriali o commerciali, ma talvolta anche per abitazioni con fabbisogni energetici maggiori), è obbligatorio eseguire il controllo dei sistemi di interfaccia tra inverter e rete.

In ogni caso è importante ricordare che, anche nei casi in cui la manutenzione non è obbligatoria per legge (testo unico dell’edilizia, norma CEI 64-8, la guida CEI 82-25 e la norma CEI EN 62446-1 e la recente CEI EN 62446-2 ) resta fortemente raccomandata.

Impianto fotovoltaico: manutenzione straordinaria

Nel corso della vita di un impianto fotovoltaico (superiore ai 20 anni in media) possono capitare fenomeni imprevisti, guasti o malfunzionamenti causati da agenti esterni: in questi casi sono necessari interventi di natura straordinaria. Tra gli interventi di manutenzione straordinaria vanno compresi anche gli interventi di aumento della potenza dell’impianto o della sua capacità di storage.

Quali sono i possibili interventi di manutenzione straordinaria? Tra i più frequenti citiamo i seguenti:

● Sostituzione dei componenti elettrici: un sovraccarico di corrente o di tensione dovuto a cause esterne può compromettere irreversibilmente uno o più componenti del circuito elettrico dell’impianto fotovoltaico. In seguito ad una fase di diagnosi sui vari sezionatori, uno specialista è in grado di individuare precisamente il componente compromesso e procedere alla sostituzione. Nei casi più fortunati, gli elementi da sostituire sono proprio i dispositivi di sicurezza a rottura contro le sovratensioni o sovracorrenti (es. fusibili), che possono essere più agilmente sostituiti

● Aggiunta di batterie o pannelli in parallelo: nel caso in cui si desideri aumentare la potenza del proprio impianto, o la sua capacità di immagazzinamento di energia elettrica (sotto forma di energia chimica), è possibile rispettivamente installare pannelli o batterie supplementari. Sono interventi da pianificare attentamente, dato che i potenziali squilibri di valori caratteristici e prestazionali tra pannelli “new and clean” e pannelli usurati rischiano di compromettere la solidità dell’impianto. Per questo è bene lasciare le valutazioni di carattere tecnico da un’azienda specializzata

Le manutenzioni ordinaria e straordinaria possono allungare vita utile e performance dell’impianto fotovoltaico, solo se supportate da attenta programmazione e alta competenza in merito. 

Per tutte queste ragioni l’operazione può essere effettuata soltanto da un professionista tecnico esperto: in questo modo si ottiene sia la soluzione impiantistica migliore sia una soluzione efficiente e duratura.

Affidarsi ad una azienda specializzata consente di  risparmiare tempo e denaro ed evitare sanzioni derivanti dal non rispetto delle normative.Il Gruppo SunCity, nato nel 2012, è specializzato nell’ingegnerizzazione di soluzioni per l’efficienza energetica ed è una ESCo (Energy Service Company certificata secondo la norma UNI 11352) che offre servizi energetici che costituiscono il perfetto connubio tra ricerca tecnologica e risparmio: valutazione, progettazione, fornitura, documentazione, collaudo e tutti gli altri aspetti tecnico-operativi dell’impianto fotovoltaico vengono messi a disposizione dal Gruppo a supporto delle PMI.

Inoltre è di fondamentale importanza ai fini del mantenimento degli incentivi una corretta gestione degli aspetti amministrativi come rapporti e adempimenti nei confronti del GSE, del Gestore di Rete Elettrica, dell’Agenzia delle Dogane e nei confronti delle Pubbliche Amministrazioni responsabili degli aspetti autorizzativi.

‍Per maggiori informazioni: [email protected]

© Riproduzione riservata

Per non perderti i prossimi articoli Iscriviti alla nostra newsletter!

Gratuito e senza impegno, ti cancelli quando vuoi.

Newsletter semplice
Comments Box SVG iconsUsed for the like, share, comment, and reaction icons
1 giorno fa
SunCity

📣NEW ENTRY📣 Il periodo di prova è terminato nel migliore dei modi: tu hai scelto noi, noi abbiamo scelto te e, si sa, la reciprocità crea legami forti 🙂 ! Siamo felici di averti a bordo Alessia Perez, come Permitting Specialist e sopratutto come nuova SunCitizen! Benvenuta e buon lavoro 😊🫂! #suncitizens #newentry #NuoviIngressi #suncityitalia #SUNCITY #IlTeamCresce ... Leggi di piùLeggi meno

📣NEW ENTRY📣 Il periodo di prova è terminato nel migliore dei modi: tu hai scelto noi, noi abbiamo scelto te e, si sa, la reciprocità crea legami forti :-) ! Siamo felici di averti a bordo Alessia Perez, come Permitting Specialist e sopratutto come nuova SunCitizen! Benvenuta e buon lavoro 😊🫂! #suncitizens #newentry #nuoviingressi #suncityitalia #suncity #ilteamcresce
Carica altro