Pannelli solari e fotovoltaico come scelta sostenibile per il risparmio in bolletta

26, Gen 2024 | Efficienza energetica, NEWS DAL MONDO SUNCITY

Tempo di lettura:

Pannelli solari e fotovoltaico come scelta sostenibile per il risparmio in bolletta di famiglie e aziende. Infatti, oggi tantissime case vengono alimentate grazie ai pannelli solari, che rappresentano un’ottima occasione per tutti coloro i quali hanno intenzione di utilizzare energia pulita e risparmiare in bolletta. I pannelli solari, infatti, aiutano non solo l’ambiente ma anche le tasche dei consumatori, specialmente considerando i rincari dell’ultimo periodo, con la crisi energetica e le situazioni geopolitiche.

L’installazione di un impianto fotovoltaico permette di produrre energia pulita, naturale e rinnovabile, perseguendo una sempre maggior autonomia dalle fonti fossili e riducendo le emissioni in atmosfera, e allo stesso tempo garantendo un risparmio in bolletta. L’energia solare permette di risparmiare sulla bolletta, salvando il pianeta. SunCity sostiene e crede fortemente nella campagna di ITALIA Solare per informare e promuovere l’energia solare e il fotovoltaico.

Quali tipologie di Pannelli solari e fotovoltaico scegliere? 

La transizione energetica è infatti alla portata di tutti. Sul mercato, è possibile trovare diverse tipologie pannelli solari che si differenziano a seconda della grandezza, della potenza ecc. Inoltre, è possibile fare una distinzione tra pannelli solari termici e pannelli solari fotovoltaici. Questi ultimi, sono costituiti da celle di silicio le quali hanno il compito di immagazzinare l’energia che proviene dai raggi del sole e poi trasformarla in corrente elettrica utile per la propria abitazione domestica. Si tratta, in parole povere, del pannello maggiormente utilizzato nelle abitazioni per soddisfare il fabbisogno energetico della famiglia. Per quanto concerne i pannelli termici, invece, essi vengono utilizzati per generare calore. Infatti, lo scopo di questi particolari pannelli è quello di riscaldare l’acqua sanitaria domestica, in modo diretto oppure integrando.  In un impianto di riscaldamento i pannelli solari acqua calda possono essere, inoltre, di due tipologie: a circolazione naturale oppure forzata. Nel primo caso, il fluido termovettore si riscalda all’interno del collettore, salendo verso il serbatoio in cui è contenuta l’acqua sanitaria a cui cede il calore, ritornando quindi verso il pannello, dove inizierà un nuovo ciclo. Quelli a circolazione forzata, invece, sono dotati di una pompa di circolazione, che forza la circolazione tra il collettore e il serbatoio.

Negli impianti fotovoltaici la generazione di energia elettrica avviene attraverso la conversione diretta dell’energia solare, attuata con l’ausilio di moduli fotovoltaici su cui sono applicate delle celle a base di un semiconduttore che raccoglie la luce solare e la converte in elettricità (effetto fotovoltaico).

Quali sono i vantaggi di far installare un impianto fotovoltaico con o senza batteria di accumulo?

Il primo vantaggio generale derivante dall’installazione di pannelli solari è la riduzione dei costi in bolletta elettrica attraverso l’autoconsumo. Questo permette di ridurre il consumo di energia elettrica prelevata dalla rete, evitando tasse e costi di trasporto dell’energia elettrica inclusi in bolletta. La riduzione dei costi e il risparmio in bolletta è il vantaggio immediato.

In uno studio commissionato da ANIE Energia, con lo scopo di misurare la convenienza derivante dall’installazione di sistemi di accumulo dedicati a impianti di generazione fotovoltaici residenziali e piccolo-commerciali, sono state effettuate simulazioni ed elaborate stime di risparmio economico. Dalle osservazioni raccolte emerge un beneficio complessivo per chi lo utilizza di circa 270 €/anno (100 € per benefici di sistema e 170 € per risparmio in bolletta) con limitata differenziazione tra le zone considerate (Nord (Milano), Centro (Foligno), Sud (Reggio Calabria)  con un beneficio compreso tra 21 e 24 €/kWh installato.

Il beneficio derivante dalla miglior insolazione delle zone Centro e Sud si manifesta nell’installazione di impianti di dimensioni più contenute per il soddisfacimento energetico dell’utenza. Il caso di impianto incentivato tramite IV conto energia presenterebbe un ritorno economico per l’utente coincidente al caso di FV non incentivato, dato che il RESS non modifica l’incentivo incassato.

Come funziona un impianto fotovoltaico senza accumulo

Un impianto fotovoltaico senza accumulo è un impianto senza batterie ovvero in cui  l’energia prodotta viene consumata subito, mentre quella in eccesso e inutilizzata viene reimmessa in rete e venduta tramite lo Scambio su posto il sistema regolato dal Gse (Gestore dei servizi energetici), per compensare il surplus di energia elettrica prodotta da un impianto privato, che viene immesso nella rete nazionale quando non utilizzato. La convenienza di questo tipo di impianto (che ha un costo inferiore a quelli che prevedono l’installazione  di batterie per l’accumulo) dipende dal consumo elettrico medio dell’abitazione e dal corretto dimensionamento dell’impianto.Installare un impianto fotovoltaico senza accumulo è, comunque, un’ottima soluzione per chi vuole risparmiare sulle bollette e autoprodurre in modo sostenibile la propria energia elettrica.

Come si fa per aggiungere le batterie di accumulo su un impianto fotovoltaico esistente? La risposta a questa domanda è che si può fare, in alcuni casi anche usufruendo delle detrazioni fiscali, ponendo attenzione alle caratteristiche dell’impianto.me funziona un impianto. (vedi qui il nostro approfondimento)

E come funziona un impianto fotovoltaico con accumulo?

L’abbinamento fotovoltaico e accumulo è una formula che consente di ottenere i massimi risultati dall’impianto fotovoltaico. Con un sistema tradizionale l’energia elettrica in eccesso può essere esportata in rete e ripagata in bolletta.

Nel caso di un sistema dotato di stoccaggio questo surplus viene immagazzinato in accumulatori una serie di batterie esterne che vengono utilizzate per immagazzinare l’energia prodotta in eccedenza dall’impianto durante il giorno che viene conservata nelle batterie e messa a disposizione quando il fotovoltaico non la produce. Con un accumulatore sarà possibile utilizzare l’energia elettrica prodotta durante le ore diurne quando l’impianto non è in grado di produrre energia pulita, come durante la notte o nelle giornate nuvolose.

Implementando questa soluzione è possibile ridurre drasticamente – fino al 50% (a seconda della dimensione dell’accumulatore) – l’energia elettrica prelevata dalla rete e di conseguenza ridurre il costo della bolletta. 

I sistemi di accumulo a batteria sono fondamentali per quelle case off-grid, che non sono collegate alla rete elettrica, come i rifugi di montagna o gli edifici che sono completamente sostenuti da fonti rinnovabili. I sistemi di accumulo sono particolarmente indicati per quelle famiglie che installano pannelli solari trascorrendo la maggior parte del tempo fuori casa, consumando molta più energia quando fa buio. In generale sono sempre convenienti quando non è possibile utilizzare immediatamente l’energia solare prodotta.

L’importanza della manutenzione dell’impianto fotovoltaico

Al fine di ottenere il massimo rendimento dai propri pannelli solari è fondamentale prestare particolare attenzione alla manutenzione dell’impianto fotovoltaico (il nostro approfondimento qui). Tutte le tipologie di impianti fotovoltaici abbisognano infatti di interventi di assistenza, pulizia e manutenzione per permettere ai pannelli fotovoltaici di raggiungere il rendimento di produzione atteso.

La manutenzione deve essere eseguita in tempi adeguati alla sua effettuazione. Il periodo migliore è prima dell’inverno e durante la primavera successiva. Ciò consente di valutare il funzionamento e l’integrità dei pannelli e degli altri componenti dopo la stagione più fredda e più impegnativa per l’impianto, controllando il loro stato in seguito ad eventi meteorologici avversi (neve, grandine, forti temporali, ecc.).

Inoltre, c’è da sottolineare che la manutenzione è consigliata con almeno cadenza annuale su impianti di piccola taglia di natura civile e residenziale, e due volte l’anno su impianti industriali di grande taglia,

È consigliabile affidarsi direttamente a una ditta specializzata in questo settore. 

Per informazioni contattateci qui (link).

© Riproduzione riservata

Per non perderti i prossimi articoli Iscriviti alla nostra newsletter!

Gratuito e senza impegno, ti cancelli quando vuoi.

Newsletter semplice
Comments Box SVG iconsUsed for the like, share, comment, and reaction icons
1 giorno fa
SunCity

📣NEW ENTRY📣 Il periodo di prova è terminato nel migliore dei modi: tu hai scelto noi, noi abbiamo scelto te e, si sa, la reciprocità crea legami forti 🙂 ! Siamo felici di averti a bordo Alessia Perez, come Permitting Specialist e sopratutto come nuova SunCitizen! Benvenuta e buon lavoro 😊🫂! #suncitizens #newentry #NuoviIngressi #suncityitalia #SUNCITY #IlTeamCresce ... Leggi di piùLeggi meno

📣NEW ENTRY📣 Il periodo di prova è terminato nel migliore dei modi: tu hai scelto noi, noi abbiamo scelto te e, si sa, la reciprocità crea legami forti :-) ! Siamo felici di averti a bordo Alessia Perez, come Permitting Specialist e sopratutto come nuova SunCitizen! Benvenuta e buon lavoro 😊🫂! #suncitizens #newentry #nuoviingressi #suncityitalia #suncity #ilteamcresce
Carica altro