La decentralizzazione della produzione di energia rinnovabile il più vicino possibile ai consumatori rappresenta una sfida importante per il nostro Paese: le Smart Grid (reti elettriche intelligenti) costituiscono la risposta appropriata per garantire l’efficienza energetica e la sicurezza dell’approvvigionamento di energia elettrica ad un costo accettabile per il consumatore, soprattutto in un momento in cui il caro energia fa da padrone.

E il futuro del mercato dell’energia elettrica è proprio rappresentato dalle Smart Grid secondo un nuovo studio “Smart Grid: Industry Trends, Competitor Leaderboard and Market Forecasts 2021-2026” di Juniper Research che ha scoperto che l’implementazione globali delle reti intelligenti porterà a un risparmio energetico annuale di 1.060 terawattora entro il 2026, triplicandosi dai 316 terawattora del 2021. 

Le smart grid sono una soluzione interessante soprattutto alla luce dell’ampliamento della produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili : la crescente produzione elettrica decentrata e fluttuante richiede un massiccio potenziamento delle reti tradizionali oppure il ricorso a reti gestite in modo intelligente, ovvero le cosiddette smart grid. Esse possono ridurre il fabbisogno di nuove infrastrutture di rete e compensare meglio le fluttuazioni di produzione, contribuendo così al risparmio sui costi.

La ricerca di Juniper ha identificato la maggiore sostenibilità e sicurezza energetica come fattori chiave delle reti elettriche intelligenti, in un futuro caratterizzato dalla sempre maggior presenza e convenienza delle energie rinnovabili : il software smart grid, che analizza l’utilizzo di energia in tempo reale per abilitare la risposta e funzionalità delle imprese multiutility, sarà fondamentale per fornire sia energia che risparmi sui costi. Il rapporto prevede che i fornitori che possono combinare al meglio analisi che forniscono approfondimenti operativi alle aziende energetiche, con sensori e connettività a basso costo, otterranno il massimo successo. Ciò porterà la spesa per il software smart grid a oltre 38 miliardi di dollari all’anno entro il 2026, dai 12 miliardi nel 2021.

Che le Smart Grid rappresentino l’evoluzione necessaria per un mercato elettrico sostenibile lo stabiliscono inoltre le normative e gli obiettivi europei in tema di decarbonizzazione e transizione energetica. Le nuove direttive europee su rinnovabili ed efficienza energetica (RED e EED) e l’implementazione del Piano Nazionale Integrato Energia e Clima PNIEC  – Piano Energia e Clima 2030, andranno a modificare profondamente il mercato elettrico, generando opportunità non solamente per la filiera industriale e per le piccole e medie imprese. Il consumatore avrà infatti un ruolo sempre più attivo in questo processo attraverso la scelta del fornitore di energia e la corretta valutazione delle offerte commerciali e dei servizi connessi, l’autoproduzione e adozione di sistemi di accumulo e di gestione in termini di efficienza dei consumi e l’implementazione di meccanismi come la demand side response o il vehicle-to-grid. 

La Smart Grid “risponde alla domanda” e chiede all’utente flessibilità nel gestire il proprio consumo energetico e l’utilizzo di elettricità, bilanciando il fabbisogno nell’arco della giornata. Si può quindi concentrare il consumo nei periodi in cui il prezzo è più conveniente.

La rivoluzione delle reti è legata indissolubilmente alla digitalizzazione e alle tecnologie Internet of Things, ma anche all’uso di sistemi e software dedicati. Lo studio Juniper ha rilevato che il lancio dei contatori intelligenti (o smart meter) che consente un flusso bidirezionale di informazioni con il fornitore di energia, è in crescita, e il loro mercato è destinato a raggiungere gli oltre 2 miliardi nel 2026 partendo da 1,1 miliardi nel 2021. L’Italia è stata il primo paese in Europa a introdurre gli smart meter elettrici per clienti finali in bassa tensione su larga scala.

La smart grid è in grado di risolvere il problema dell’intermittenza del fotovoltaico,: la gestione dei picchi energetici con l’ottimizzazione dei consumi e l’assorbimento da parte degli accumulatori permette infatti di rilasciare l’energia immagazzinata al momento del bisogno. Un esempio pratico sono le stazioni di ricarica delle auto elettriche, che se connesse ad una smart grid, assorbono l’energia all’interno degli accumulatori delle automobili.

La IoT (Internet of Things) e le soluzioni tecnologiche innovative smart a supporto di reti energetiche intelligenti consentono una maggiore integrazione delle fonti rinnovabili preservando disponibilità, sicurezza ed affidabilità.

L’ottimizzazione del consumo e la trasmissione efficiente dell’elettricità eliminano gli sprechi e abbassano in modo significativo le emissioni di CO2; l’utilizzo dei dispositivi smart consente di rendere efficiente la produzione da rinnovabili; la messa a disposizione per gli utenti di strumenti idonei a ridurre i consumi fa riflettere sulla necessità dell’’efficientamento energetico nella vita quotidiana.

Componenti principali di una smart grid sono: generatori, processori, software e applicazioni smart, storage, sistemi di controllo automazione e sensoristica IoT per ricevere le informazioni delle diverse componenti dell’impianto e monitorarle.

SunCity ha progettato un sistema monitoraggio energetico rivoluzionario, Venera, per rendere ancora più semplice il controllo e la gestione dei consumi di energia in azienda.

Venera è un Energy Manager virtuale basato sulla tecnologia IoT (Internet of Things) attivo 24 ore su 24 e totalmente personalizzabile. Grazie a Venera è possibile monitorare controllare e gestire l’intera vita energetica della propria azienda direttamente dal proprio smartphone, per ridurre i consumi e la spesa per l’energia in pochi semplici click.

Solo l’unione tra l’uso di fonti rinnovabili da una parte e una maggiore connettività dall’altra potranno risultare vincenti in futuro in un flusso che ottimizza le prestazioni dell’energia elettrica e abbatte i costi economici e ambientali. 

Per non perderti i prossimi articoli iscriviti alla nostra newsletter!