Agrivoltaico innovativo: 1,04 gigawatt entro 30 giugno 2026 con contributo e tariffa incentivante

19, Gen 2024 | Efficienza energetica, NEWS DAL MONDO SUNCITY

Tempo di lettura:

Un boost alla diffusione dell’agrivoltaico innovativo. È quello che arriva dal MASE con il “Decreto Agrivoltaico”  firmato e trasmesso alla Corte dei Conti dal Ministro dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica Gilberto Pichetto per incentivarne le installazioni.

Le due misure previste dal decreto:

Con il provvedimento, su cui già c’è stato il ‘via libera’ della Commissione europea, ci si pone l’obiettivo di installare almeno 1,04 gigawatt di sistemi agrivoltaici avanzati entro il 30 giugno del 2026, attraverso due misure:

  • la concessione, a valere sui fondi PNRR, di un contributo in conto capitale nella misura massima del 40% dei costi ammissibili e
  • una tariffa incentivante sulla produzione di energia elettrica netta immessa in rete.

 

Che cos’è l’Agrivoltaico Innovativo?

Viene definito Agrivoltaico Innovativo quello che utilizza soluzioni costruttive innovative, prevalentemente a struttura verticale e con moduli ad alta efficienza. 

Il Decreto punta infatti alla promozione di soluzioni costruttive innovative, prevalentemente a struttura verticale e con moduli ad alta efficienza, in cui possono coesistere più usi del suolo: una produzione di energia, dunque, pienamente compatibile con le attività agricole, che ne migliora la redditività, promuovendo il recupero dei terreni per usi produttivi.

Tipologia di impianti e risorse a disposizione

Il contributo in conto capitale è finanziato attraverso l’investimento del PNRR, pari a oltre un miliardo di euro, mentre per la tariffa incentivante si stima un importo annuo di 21 milioni di euro, a valere sugli oneri di sistema.

Per garantire il più ampio accesso dell’imprenditoria agricola ai benefici promossi, si è stabilito di destinare un contingente di 300 MW al solo comparto agricolo per impianti di potenza fino a 1 megawatt, con accesso tramite registri. Un secondo contingente di 740 MW è invece dedicato sia al comparto agricolo che alle associazioni temporanee di imprese, che includano almeno un soggetto del comparto agricolo, con accesso tramite la partecipazione a procedure competitive per impianti di qualsiasi potenza.

Gestione dei finanziamenti

Gestore della misura e dell’accesso al meccanismo incentivante è il GSE (Gestore Servizi Energetici) e soprattutto la definizione delle regole operative per l’accesso agli incentivi, che dovranno essere approvate con decreto MASE entro quindici giorni dall’entrata in vigore del “Decreto Agrivoltaico” con lo scopo di  garantire un equo e trasparente accesso agli incentivi, promuovendo al contempo la collaborazione tra il settore agricolo e le imprese interessate.

Nelle regole operative saranno specificati i seguenti punti:

  • schema bando PNRR;
  • i modelli per le istanze di partecipazione alle procedure di accesso agli incentivi;
  • il calendario di dettaglio delle procedure competitive da svolgere;
  • gli obblighi a carico dei soggetti beneficiari;
  • i requisiti dimensionali e costruttivi degli impianti;
  • modalità di monitoraggio inerenti la continuazione dell’attività agricola sulla base delle linee guida previste dal decreto-legge 24 gennaio 2012, n.1 convertito, con modificazioni, dalla legge 24 marzo 2012, n. 27, nonché inerenti il recupero della fertilità del suolo, il microclima, la resilienza ai cambiamenti climatici;
  • gli indicatori sul recupero della fertilità del suolo, il microclima, la resilienza ai cambiamenti climatici, previsti dalla normativa per l’incentivazione dell’agrivoltaico avanzato;
  • le modalità di verifica, controllo, ecc.

Si attende ad inizio febbraio la documentazione relativa. Le domande di finanziamento potranno essere presentate per i soli impianti in possesso di titolo autorizzativo e di preventivo di connessione accettato.

Agrivoltaico innovativo e Ai

L’integrazione tra AI, IoT, fotovoltaico e agricoltura rappresenta una svolta particolarmente interessante per la decarbonizzazione del nostro sistema energetico, ma anche per la sostenibilità del sistema agricolo e la redditività a lungo termine di piccole e medie aziende del settore che devono essere protagoniste di questa rivoluzione. O per stimolare il recupero di terreni agricoli abbandonati.

Per questo motivo SunCity ha realizzato un Vademecum sullagrovoltaico, un documento da scaricare qui in cui risponde ai quesiti più importanti sullagrovoltaico o agrofotovoltaico per fornire informazioni utili a chi intende adottare questi sistemi.

© Riproduzione riservata

 

Per non perderti i prossimi articoli Iscriviti alla nostra newsletter!

Gratuito e senza impegno, ti cancelli quando vuoi.

Newsletter semplice
Comments Box SVG iconsUsed for the like, share, comment, and reaction icons
1 giorno fa
SunCity

📣NEW ENTRY📣 Il periodo di prova è terminato nel migliore dei modi: tu hai scelto noi, noi abbiamo scelto te e, si sa, la reciprocità crea legami forti 🙂 ! Siamo felici di averti a bordo Alessia Perez, come Permitting Specialist e sopratutto come nuova SunCitizen! Benvenuta e buon lavoro 😊🫂! #suncitizens #newentry #NuoviIngressi #suncityitalia #SUNCITY #IlTeamCresce ... Leggi di piùLeggi meno

📣NEW ENTRY📣 Il periodo di prova è terminato nel migliore dei modi: tu hai scelto noi, noi abbiamo scelto te e, si sa, la reciprocità crea legami forti :-) ! Siamo felici di averti a bordo Alessia Perez, come Permitting Specialist e sopratutto come nuova SunCitizen! Benvenuta e buon lavoro 😊🫂! #suncitizens #newentry #nuoviingressi #suncityitalia #suncity #ilteamcresce
Carica altro